Hertz TV, monitor e console

Cosa sono gli hertz dei televisori e dei monitor? la frequenza di aggiornamento, soprattutto quella elevata, può fare una grande differenza. Una frequenza di aggiornamento più elevata avrà un impatto significativo sull’esperienza di visualizzazione di tantissimi film e soprattutto per quanto riguarda il gaming.

Hertz e monitor per console
Hertz e monitor per console

Molto importante per i giochi competitivi dal ritmo veloce in cui ogni frame è importante. Tuttavia, il semplice acquisto di un monitor a 144Hz o oltre, non è sufficiente per vederne i vantaggi. Un sistema come un personal computer o un televisore deve essere in grado di generare la frequenza fotogrammi necessaria per sfruttare la frequenza di aggiornamento più elevata.

Hertz televisori: frequenza di aggiornamento

Una frequenza di aggiornamento più alta si riferisce alla frequenza con cui lo schermo aggiorna l’immagine. Il tempo tra questi aggiornamenti è in millisecondi (ms) e la frequenza di aggiornamento di un televisore è in hertz (Hz). La frequenza di aggiornamento di un monitor si riferisce al numero di volte in cui una nuova immagine può essere visualizzata al secondo.

Questo è misurato in Hertz (Hz). Ad esempio, se il monitor ha una frequenza di aggiornamento di 144Hz, l’immagine si aggiornerà 144 volte al secondo. Se combinato con l’elevato frame rate prodotto da una GPU (processore grafico di una scheda video) e dalla CPU (processore) che lavorano insieme, questo può portare a un’esperienza più fluida e ad un frame rate più elevato.

Per sfruttare una maggiore frequenza di aggiornamento, i tre componenti più importanti da considerare sono:

  • Un monitor adatto
  • Una CPU sufficientemente veloce
  • Una GPU veloce

La GPU deve essere abbastanza veloce per eseguire rapidamente le istruzioni e per creare la grafica che vediamo su schermo.
Il monitor può visualizzare le immagini alla velocità prodotta dal sistema, pertanto, è importante che la CPU e la GPU possano completare rapidamente questo processo.

Se la CPU e la GPU non sono in grado di fornire abbastanza frame al monitor, il sistema non può produrre una frequenza di aggiornamento elevata. Se il monitor ha una frequenza di aggiornamento di 144Hz, ma la GPU fornisce solo 30 fotogrammi al secondo, non utilizzeremo una frequenza di aggiornamento più elevata.

Sincronizzazione adattiva

Se un sistema fa fatica a raggiungere gli FPS (Frame per secondo) richiesti, un monitor con sincronizzazione adattiva può tornare utile. Molti monitor di ultima generazione utilizzano questa tecnologia. Adaptive Sync consente al monitor di comunicare direttamente con la GPU in modo che la frequenza di aggiornamento del monitor sia sincronizzata quando viene generato ogni fotogramma, anche se gli FPS sono incoerenti.

Vertical Sync (VSync) è una funzionalità simile che di solito può essere abilitata in gioco. Le tecnologie Adaptive Sync e VSync possono aiutare a ridurre o eliminare completamente gli effetti visivi come la distorsione dello schermo quando si tratta di frame rate fluttuanti.

Perché un monitor a 144Hz funziona a 60Hz

Se uno monitor da 144Hz funziona a 60Hz durante i giochi o in ogni momento, probabilmente il problema è solo nelle impostazioni. Per cambiarle (da PC), andiamo su Impostazioni, Sistema, Schermo e su Impostazioni schermo avanzate. Da qui, andiamo su “Proprietà scheda video”. Facciamo clic su “Monitor” e scegliamo la frequenza di aggiornamento del monitor dal menu a discesa.

Da questa finestra, possiamo anche selezionare i diversi tipi di frequenze di aggiornamento supportati dal monitor. Se abbiamo collegato il cavo HDMI 2.0 alla porta corretta, possiamo essere in grado di constatare se i 144Hz del monitor siano effettivamente supportati.

L’uso di un cavo sbagliato può significare che il monitor a 144Hz mostrerà soltanto 60Hz poiché il cavo limita la capacità del monitor di funzionare a più di 60Hz. Il cavo HDMI standard non supporta 144Hz e, per questo motivo, è facile capire perché il monitor funziona solo a 60Hz.

Monitor per console

La maggior parte delle console meno recenti sono limitate ai 60Hz. La maggior parte degli sviluppatori di console ha scelto di rinunciarvi preferendo una qualità grafica superiore ai 60Hz. Per fare davvero un buon uso della frequenza di aggiornamento, un gioco dovrà girare sopra i 60 FPS e idealmente raggiungere i 120 FPS.

Questo non sarà possibile su tutti i titoli, ma per alcuni titoli o scene graficamente meno gravose ci si può aspettare che i frame rate superino facilmente i 60 FPS. Possedere un monitor a 120Hz avrebbe sicuramente senso se si vuole sfruttare i giochi per console di ultima generazione.

Di seguito, alcuni esempi di monitor per console:

[content-egg module=AmazonNoApi template=list limit=5]

Altri articoli che ti potrebbero interessare: